Dispacci dal Salone del Mobile di Milano

Quel che si vede in giro per il Fuorisalone è un’interessante evoluzione che porta dalle invenzioni alle edizioni (o riedizioni). Come se, passata la furia creativa degli anni ’60 e la mania tecnologica degli anni ’90, ci fosse un ripensamento che non è ripiegamento ma un nuovo e aperto interrogarsi sugli stili, le funzioni e l’uso degli oggetti. Un modo di pensare affettuoso per pubblici e tribù. In questo senso la bellezza appare una forma declinabile, come se il design assumesse a pieno la varianza moderna della democrazia: non più beni comuni ma beni per comunità.
Dolce&Gabbana per SMEG e Lapo Elkan per Kartell.

Giovanni Lanzone

About Giovanni Lanzone

Giornalista professionista e sociologo. È tra i fondatori della Fondazione Italia Patria della Bellezza, orientato a rafforzarne particolarmente il ruolo economico e sociale finalizzato alla crescita del nostro Paese.