Il design che non c’è

“Il design che non c’è”, che sarebbe, meglio detto, il brutto che ci circonda, è una iniziativa di ADI, l’Associazione per il disegno industriale della Lombardia, che accompagna la XXI Triennale. È un concorso fotografico che invita i cittadini a fotografare le situazioni sgradevoli, scomode, brutte che incontrano in città e che rendono peggiore la vita di tutti. Le foto devono essere inviate entro il 30 maggio su Istagram #ildesignchenonce o all’indirizzo ildesignchenonce@adi-design.org.

Cominciare a ragionare e a far ragionare i cittadini sulla bruttezza del quotidiano è un interessante esercizio di educazione civica, alcuni comuni hanno addirittura pensato ad un assessorato alla bellezza ma è questa una strada interessante di coinvolgimento delle persone su cui è facile e istintivo mobilitarsi a patto che poi alla mobilitazione fotografica segua un’opera di rammendo e di ricucitura per cui spesso servono pochi soldi e molta cura.

L’idea che del paesaggio urbano ci si debba prendere cura deve entrare a far parte di un nuovo sentimento ed essere la base, anche nelle scuole, di un lavoro di pedagogia collettiva.

Giovanni Lanzone

About Giovanni Lanzone

Giornalista professionista e sociologo. È tra i fondatori della Fondazione Italia Patria della Bellezza, orientato a rafforzarne particolarmente il ruolo economico e sociale finalizzato alla crescita del nostro Paese.